PDFB #3, Anno IV, qualsiasi cosa voglia dire

Giuriamo che questa è l’ultima battuta sui PDFB in orario ma ehi! Un PDFB in orario! Va’ come sembriamo professionali, impostati, gente con un obiettivo, una visione. Vi abbiamo gabbati per bene e si vedono i risultati.
Ci sono arrivate un sacco di donazioni. Pensate agli occhioni lucidi di Martello, che decisamente non sta dirottando fondi per fuggire all’estero. Sono pochi soldi, ma abbastanza per essere arrestato per vagabondaggio a Cap Martin. O Vargas che accarezza voluttuoso la polaroid di una bistecca.
C’è anche chi valuta di lasciare il lavoro. Non perché Malgrado le Mosche ci dia abbastanza da vivere, giusto così, per vedere com’è. Le possibilità sono infinite.
Invece niente. Verrà tutto investito per nuovi contenuti, adesivi sbarazzini e per carità di dio nessuna borsa di tela. E Limonə accorati, tutti lingua, bava e un rischio di mononucleosi praticamente nullo.
Questa rivista umida e onesta sta crescendo ed è soprattutto grazie a voi. Specie se continuate a darci soldi.

In questo pdfb trovate i racconti di Giovanni Locatelli, Niccolò Palombo, Matteo Candeliere, Thomas Lehn e Fabrizio Pelli, tutti illustrati da Maria Rosa Comparato, con lavori del progetto Campionario di varia umanità. Raccolta di micro solitudini.


Ti è piaciuto questo PDFB? La copertina? La redazione? Tutti e tre?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.